Sovana

sovanaImportante centro medioevale abitato sin dall’Età del Bronzo (sec. XII – X a.C.), Sovana fu importante anche sotto gli Etruschi e “municipium” dei Romani. La Necropoli di Sovana è una delle più antiche dell’Etruria: al suo interno si trovano numerose tombe di varia tipologia: a camera, a dado, a edicola, a fossa, a tempio. Queste si dipanano lungo le “vie cave”, scavate nel tufo. Nei primi anni del Cristianesimo fu sede vescovile e, in seguito fu conquistata dapprima dai Longobardi e poi dai Franchi.

Fu patria di un Papa, Gregorio VII, al secolo Ildebrando da Soana, e la città principale degli Aldobrandeschi. Passata agli Orsini per dote matrimoniale, andò infine alla Repubblica di Siena nel 1410. Il declino iniziò con i Medici ed in seguito con i Lorena. Nel 1783 il granduca Pietro Leopoldo la accorpò al territorio di Sorano, al quale è tuttora legata.

Numerose sono le testimonianze artistiche rimaste: il Centro Storico, la Rocca Aldobrandesca, il Palazzo Pretorio e la piazza antistante, il Palazzo del Comune, Palazzo Bourbon Del Monte e le chiese di San Mamiliano, Santa Maria e il Duomo.

Il Centro Storico si situa tra la Rocca Aldobrandesca e il Duomo, due simboli l’uno del potere temporale e l’altro del potere spirituale.

La Rocca Aldobrandesca fu eretta attorno all’XI secolo ed è inserita nelle cinte murarie etrusche risalenti al VI secolo a.C. Fu restaurata dai senesi e dai Medici.

Il Palazzo Pretorio è collocabile tra il XII e il XIII secolo: la sua facciata illustra ancora le casate senesi e medicee attraverso gli stemmi araldici. Oggi è sede del Museo Archeologico. Il palazzo guarda sull’omonima piazza, cuore del borgo antico, dove si trovano gli altri importanti monumenti: la Loggia del Capitano, il Palazzo Comunale o dell’Archivio, la Chiesa di Santa Maria, Palazzo Bourbon Del Monte e i resti della chiesa di San Mamiliano. Anche il Palazzo del Comune o dell’Archivio è dello stesso periodo del Palazzo Pretorio.

Palazzo Bourbon Del Monte, costruito dagli omonimi marchesi, risale al XVII secolo ed in seguito fu destinato a uffici pubblici.

Il Duomo di Sovana ha origini nel primo Medioevo (sec. IX – XI) e fu ampliato nel XII – XIII secolo con un edificio adibito a Palazzo Episcopale. L’architettura è un misto di arte romanica e gotica, con pregevoli decori scultorei.

La Chiesa di Santa Maria risale sempre al periodo XII – XIII secolo, anch’essa frutto di commistioni romanico – gotiche. Al suo interno è conservato un prezioso e raro ciborio preromanico databile attorno all’VIII – IX secolo, unico esemplare di cui si ha conoscenza in Toscana.

Infine i ruderi della più antica chiesa di Sovana, quella di San Mamiliano, costruita in origine su dei resti di un edificio etrusco e poi romano. Considerata la prima Cattedrale, di essa ne rimangono solo le massicce mura perimetrali e alcuni affreschi al suo interno.

Villaggio Le Querce : Residence a Sovana

residence maremmavillaggio turistico maremmaresidence maremmavillaggio turistico toscana
Le Opinioni dei Nostri Ospiti…
"Situato in una delle zone di campagna più belle d’Italia, immerso tra dolci colline, boschi e campi coltivati, il villaggio Le Querce si trova in una location molto bella..."

"Weekend alle querce... una delizia. Mini appartamenti praticissimi, ben attrezzati e puliti..."

"Struttura carina ed accogliente. Gli appartamentini sono nuovi e ben arredati..."

SPECIALE CICLOAMATORI